start portlet menu bar

Horizon Europe Custer 5 - Climate, Energy and Mobility

Display portlet menu
end portlet menu bar
Horizon Europe Custer 5 - Climate, Energy and Mobility
  • Programma: Horizon Europe 2021 - 2027
  • Data di pubblicazione: 25 giugno 2021

Il cluster 5 è dedicato a clima, energia e mobilità e si prefigge di accelerare la transizione verde e digitale, nell’ottica di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Le attività di questo work programme supporteranno l’implementazione dell’Accordo di Parigi e del piano di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Inoltre, queste iniziative avranno un ruolo centrale per la ripresa economica post-pandemia e contribuiranno alle priorità della Commissione europea in materia di European Green Deal, di un’Europa pronta per la trasformazione digitale e di un’Economia che lavora per le persone. Inoltre, le iniziative del Cluster 5 si pongono in linea con la Legge europea sul clima che prevede che l'economia e la società dell'UE diventino neutrali dal punto di vista climatico entro il 2050. La comunicazione REPowerEU sottolinea la necessità di accelerare in modo rapido ed efficiente la efficiente la transizione verso l'energia pulita. Questo programma di lavoro contribuisce ad eliminare la dipendenza dell'Europa dalle importazioni di combustibili fossili russi.

La ricerca e l'innovazione svolgono un ruolo centrale nell'accelerare e gestire le necessarie transizioni, nell'implementazione, nella dimostrazione e nella riduzione dei rischi e nel coinvolgimento dei cittadini nell’innovazione sociale.

Il Cluster 5 sostiene gli obiettivi strategici dell'UE attraverso le attività incluse in questo programma di lavoro e attraverso il sostegno dei Partenariati europei istituzionalizzati.

Le attività di questo work programme contribuiranno al raggiungimento di tutti gli orientamenti strategici (Key Strategic Orientations, KSO) del Piano Strategico:

  1. Promuovere un’autonomia strategica guidando lo sviluppo del digitale e consentendo a tecnologie, settori e value chain di accelerare il processo di transizione green e digitale attraverso tecnologie e innovazioni incentrate sul fattore umano;
  2. Ripristinare gli ecosistemi e la biodiversità europea, e gestire le risorse naturali in maniera sostenibile per garantire la sicurezza alimentare e un ambiente più pulito;
  3. Rendere l’Europa la prima economia digitale circolare, sostenibile e neutrale attraverso la trasformazione della mobilità, dell’energia, delle costruzioni e dei sistemi di produzione;
  4. Creare una società europea più resiliente, inclusiva e democratica, che sia preparata per affrontare le minacce e i pericoli futuri attraverso una riduzione delle disuguaglianze e un sistema sanitario efficiente, incentivando i cittadini ad agire nelle transizioni green e digitali.


Il cluster 5 contribuisce al raggiungimento dei KSO attraverso sei impatti attesi, trasformati in questo work programme in sei destinazioni. Questa struttura del programma di lavoro basata sulla destinazione segue un approccio di centro di gravità tematico, ma le attività in una determinata destinazione possono ovviamente avere un carattere trasversale e spesso contribuiranno a più impatti previsti.

Impatti attesi (piano strategico)

Destinazione (programma di lavoro del Cluster 6)

Transizione verso una società e un'economia climaticamente neutre e resilienti.

1. Scienze del clima e risposte per la trasformazione verso la neutralità del clima

Transizione pulita e sostenibile dei settori dell'energia e dei trasporti verso la neutralità climatica, facilitata da soluzioni trasversali innovative.

2. Soluzioni intersettoriali per la transizione climatica

Un approvvigionamento energetico più efficiente, pulito, sostenibile, sicuro e competitivo attraverso nuove soluzioni per reti intelligenti e sistemi energetici basati su soluzioni di energia rinnovabile più performanti.         

3. Approvvigionamento energetico sostenibile, sicuro e competitivo

Un uso efficiente e sostenibile dell'energia, accessibile a tutti, è garantito da un sistema energetico pulito e da una transizione giusta.

4. Uso efficiente, sostenibile e inclusivo dell'energia

Verso una mobilità neutrale per il clima e rispettosa dell'ambiente attraverso soluzioni pulite in tutte le modalità di trasporto.     

5. Soluzioni pulite e competitive per tutti i modi di trasporto

Sistemi di mobilità sicuri, senza soluzione di continuità, intelligenti, inclusivi, resilienti, climaticamente neutri e sostenibili per persone e merci grazie a tecnologie e servizi incentrati sull'utente.

6. Trasporto sicuro e resiliente e servizi di mobilità intelligente per persone e merci

 

In Horizon Europe si presterà particolare attenzione alla cooperazione tra le università, le comunità scientifiche e l'industria, nonché con i cittadini e i loro rappresentanti. Horizon Europe incoraggia le sinergie con altri programmi dell'UE rilevanti per la R&I, ad esempio:

  • European Regional Development Fund (ERDF)
  • European Social Fund Plus (ESF+)
  • Just Transition Fund
  • LIFE
  • Innovation Fund
  • InvestEU
  • European Defence Fund (EDF)


Inoltre, sono incoraggiate sinergie con le Knowledge and Innovation Communities dello European Institute of Innovation and Technology (EIT-KIC), in particolare con l’EIT Climate, EIT InnoEnergy, EIT Raw Materials.

La Recovery and Resilience Facility (RRF) mira a finanziare progetti che affrontano direttamente l'impatto economico e sociale della crisi e sostiene la transizione verde e digitale. Per le idee di progetto che contribuiscono direttamente a questi obiettivi, è consigliabile verificare l'accesso al RRF per un sostegno rapido e mirato.

L'approccio di Horizon Europe alla cooperazione internazionale consiste nel multilateralismo e in azioni mirate con partner strategici di paesi terzi, per allineare sforzi e investimenti nelle aree di ricerca e innovazione e contribuire al raggiungimento delle priorità chiave della Commissione europea. Per quanto riguarda il cluster 5, la Commissione spinge l'accelerazione dell'innovazione dell'energia pulita attraverso la Mission Innovation Initiative, che attualmente comprende 24 paesi e la Commissione europea. Questo programma incoraggia la cooperazione internazionale degli Stati membri dell'UE e dei paesi associati e affronta la cooperazione con i paesi africani sulle energie rinnovabili e sulla decarbonizzazione sostenibile con i principali paesi emettitori di tutto il mondo.

Per i bandi di questo cluster, i consorzi potrebbero considerare il loro contributo volontario in termini di dati, indicatori e conoscenze alle pertinenti piattaforme del Centro Comune di Ricerca (Joint Research Centre, JRC) per capitalizzare la conoscenza sviluppata nei loro progetti e diventare più rilevanti dal punto di vista politico:


Ai fini del monitoraggio della tecnologia e dei progressi rispetto allo stato dell'arte e per indicare i contributi del progetto verso gli obiettivi del Green Deal della Commissione europea, tutte le azioni relative all'idrogeno e alle celle a combustibile devono riferire i risultati direttamente o indirettamente su base annuale in una piattaforma sicura di raccolta dati online gestita dalla Clean Hydrogen Joint Undertaking e dalla Commissione europea.

Scheda Cluster 5 - Climate, Energy and Mobility

Nella scheda di approfondimento potrete trovare una analisi riassuntiva delle Call e dei rispettivi Topic  che si apriranno nei prossimi due anni all’interno del Cluster 5 “Climate, Energy and Mobility”, appartenente al secondo pilastro di Horizon Europe. Il Cluster 5 si articola nelle seguenti 6 Destination:

  1. Destination “Climate sciences and responses for the transformation towards climate neutrality”
  2. Destination “Cross-sectoral solutions for the climate transition”
  3. Destination “Sustainable, secure and competitive energy supply”
  4. Destination “Efficient, sustainable and inclusive energy use”
  5. Destination “Clean and competitive solutions for all transport modes”
  6. Destination “Safe, Resilient Transport and Smart Mobility services for passengers and goods”

 

Vi ricordiamo che per la presentazione dei progetti è necessario far riferimento ai Work Programme e a tutti i documenti ufficiali della Commissione europea.


start portlet menu bar

Programmi europei a gestione diretta 2014-2020

Display portlet menu
end portlet menu bar
Dove siamo
Complementary Content
${loading}