STORIA

La storia della Fondazione Mai è una storia unica e bellissima, con protagonista Giuseppina Mai, una lungimirante infermiera di Brunico, che credeva profondamente nell’importanza della ricerca per il futuro dell’Italia e che rimase colpita dalle attività della Commissione Ricerca e Innovazione di Confindustria a favore dell’innovazione. Nel suo testamento decise di fare una donazione a Diana Bracco, allora Vicepresidente per la R&I che portò alla nascita della Fondazione che porta il suo nome.

La Fondazione Mai in tutti questi anni ha investito le proprie risorse e il proprio impegno per promuovere la ricerca pubblica e privata, per diffondere la cultura d’impresa per una società inclusiva e per favorire il dialogo tra industria, mondo della ricerca scientifica e istituzioni.


Tutte le iniziative promosse dalla Fondazione sono dedicate a sostenere il futuro della ricerca e il processo di innovazione del Paese, attraverso la diffusione della cultura scientifica e la sensibilizzazione dei giovani su questi temi.


Per la realizzazione delle sue attività la Fondazione è sostenuta da imprese particolarmente attive nella promozione della R&I e collabora con istituzioni pubbliche e private.

Dove siamo
Complementary Content
${loading}