BILANCIO

Bilancio 2018

Il Bilancio 2018, approvato all'unanimità il 21 maggio 2019 dall'Assemblea privata di Confindustria, chiude in linea con il budget di periodo e con quanto previsto nel Preconsuntivo 2018, rilevando un disavanzo della gestione operativa e finanziaria di euro 273.024, in netta riduzione rispetto alla perdita del 2017 di euro 696.344.

Il risultato risente degli oneri sostenuti per la realizzazione di importanti obiettivi di sviluppo previsti nel Piano Strategico approvato a novembre 2017 dal Consiglio Generale.
Tra il 2017 e il 2018 è continuata l'azione di razionalizzazione dei costi gestionali che si riducono ulteriormente per euro 1.355.175. Il Totale Oneri da attività tipica e finanziari si attesta a 37,8 milioni di euro; il dato confrontato con la serie storica si presenta sempre in evidente riduzione rispetto ai valori del 2001. Il totale proventi 2018 è di 37,5 milioni di euro.
Dal punto di vista patrimoniale Confindustria è finanziariamente solida. Presenta al 31 dicembre 2018 un Patrimonio Netto di 207 milioni di euro con una Riserva Attività Istituzionali di 50,1 milioni di euro.

NASCONDI

Bilancio 2017

Il Bilancio 2017, derivante dai soli contributi associativi senza alcun sussidio di natura pubblica, approvato all'unanimità il 22 maggio 2018 dall'Assemblea privata di Confindustria, chiude con un disavanzo della gestione operativa e finanziaria di euro 696.344 malgrado le azioni di riduzione dei costi gestionali abbiano portato, rispetto al Bilancio 2016, ad una contrazione delle principali voci di spesa con una riduzione del costo del personale di euro 1.865.986 e scontando oneri tributari per euro 944.854.

Il risultato negativo è principalmente attribuito a spese non correnti evidenziate nella voce Consulenze per attività correlate al Sole 24 Ore, nonché per la riduzione dei proventi finanziari conseguenti al disinvestimento di una significativa parte del patrimonio per la raccolta di liquidità destinata all’aumento di capitale realizzato nel mese di novembre.

Il Totale degli Oneri da attività tipica e finanziari, ad esclusione dei progetti speciali, è pari a 37.607.923 euro, ad un livello costantemente inferiore al 2000.

L’implementazione del Piano Strategico 2018-2020 porterà una ulteriore significativa contrazione degli oneri gestionali grazie ad una riorganizzazione interna della struttura in coerenza e in continuità con l’importante azione già realizzata.

Dal punto di vista patrimoniale Confindustria è finanziariamente solida. Presenta al 31 dicembre 2017 un Patrimonio Netto di 208.509.247 euro con una Riserva Attività Istituzionali di 51.552.864 euro.

 

 

NASCONDI

Bilancio 2016

Il Bilancio 2016, derivante dai soli contributi associativi senza alcun sussidio di natura pubblica, chiude con un sostanziale pareggio tra oneri e proventi, grazie alla costante azione di razionalizzazione dei costi, rilevando un avanzo della gestione operativa e finanziaria di euro 9.308.

Il costo del Personale è in diminuzione del 2,6% rispetto al bilancio 2015. Nel corso dell’anno è stato realizzato un importante Progetto di Revisione Organizzativa, che ha interessato Confindustria e le società controllate, con l'obiettivo di rendere la struttura coerente con le deleghe e con le priorità politiche della presidenza appena insediata; l’effetto positivo in termini di riduzione del costo del Personale sarà più evidente a partire dal 2017.

Nel 2016 sono proseguite le significative azioni, avviate negli esercizi precedenti, di riduzione dei costi gestionali, con una riduzione complessiva dal 2012 di oltre 2 milioni di euro.

Il totale degli oneri della gestione operativa e finanziaria, ad esclusione degli accantonamenti, è di 38,9 milioni di euro, in linea con il totale dei proventi.

Dal punto di vista patrimoniale, Confindustria presenta al 31 dicembre 2016 un patrimonio netto di 220 milioni di euro con una Riserva Attività Istituzionali di 53,5milioni di euro.


 

NASCONDI

Bilancio 2015

Il Bilancio 2015, derivante dai soli contributi associativi senza alcun sussidio di natura pubblica, approvato all'unanimità il 25 maggio 2016 dall'Assemblea privata di Confindustria, chiude con un sostanziale pareggio tra oneri e proventi, rilevando un avanzo della gestione operativa e finanziaria di euro 15.211.

Nel quadriennio 2012-2015 Confindustria ha potenziato l’organico con l’inserimento di 70 nuove risorse a fronte di 29 uscite. Questo rafforzamento della struttura è stato realizzato mantenendo l’equilibrio economico grazie a un’importante azione di razionalizzazione dei costi gestionali che ha impattato su diverse voci di spesa: consulenze, viaggi e trasferte, rappresentanza, telecomunicazioni, studi, ricerche e servizi, erogazioni ad enti, determinando una riduzione complessiva dei costi di gestione nel quadriennio di 2,2 mln di euro.

 
Il totale degli oneri della gestione operativa e finanziaria è rimasto sostanzialmente invariato, risultando pari a 39,2 milioni di euro e confermando così l’andamento positivo già registrato negli ultimi anni. Dal punto di vista patrimoniale, Confindustria presenta al 31 dicembre 2015 un patrimonio netto di 290 milioni di euro con una Riserva Attività Istituzionali di 58,5 milioni di euro.

NASCONDI
Dove siamo
Complementary Content
${loading}