POSITION PAPER E STUDI

La Manovra di Bilancio per il 2023 - Analisi delle ...

23 gennaio 2023

Politiche Fiscali

Politiche Fiscali

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 303 del 29 dicembre 2022, si è concluso l’iter di approvazione della Legge di Bilancio per il 2023 (Legge 29 dicembre 2022, n. 197 − Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025 (Legge di Bilancio 2023)

La nota fornisca un primo esame delle principali misure di carattere fiscale e in tema di aiuti di Stato, di maggiore interesse per le imprese.


Schema D.Lgs di recepimento della Direttiva sulle azioni rappresentative

20 gennaio 2023

Affari Legislativi

Affari Legislativi

Il Consiglio dei ministri del 9 dicembre 2022 ha approvato lo schema di decreto legislativo di recepimento della Direttiva Ue n. 1828/2020 sulle azioni rappresentative a tutela degli interessi collettivi dei consumatori.

La Direttiva prevede regole comuni sulle azioni rappresentative consumeristiche, con l’obiettivo di assicurare una tutela effettiva e uniforme ai diritti dei consumatori e agevolare l’accesso alla giustizia da parte degli stessi, evitando al contempo l’abuso del contenzioso, che ostacola indebitamente l’operatività delle imprese.

In attuazione della Direttiva, lo schema di decreto legislativo introduce nel nostro ordinamento due nuove procedure collettive, l’azione rappresentativa inibitoria e l’azione rappresentativa compensativa, che si aggiungono ai procedimenti collettivi già disciplinati dal titolo VIII-bis del libro quarto del Codice di procedura civile.

La scelta di prevedere ulteriori procedimenti collettivi per le violazioni della normativa consumeristica, piuttosto che allineare alla Direttiva quelli esistenti, comporta la necessità di apportare allo schema di decreto legislativo alcuni correttivi, volti a chiarire e coordinare l’ambito di operatività dei diversi strumenti di aggregazione processuale disponibili e contenere i rischi di incertezze, strumentalizzazioni e abusi.

Il documento allegato, condiviso con le competenti Commissioni parlamentari, contiene le considerazioni di Confindustria sui principali profili dello Schema su cui sarebbe necessario un intervento.

Schema D.Lgs Whistleblowing

20 gennaio 2023

Affari Legislativi

Affari Legislativi

Il Consiglio dei Ministri del 9 dicembre scorso ha approvato lo schema di decreto legislativo attuativo della Direttiva (UE) 2019/1937, riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’UE, poi trasmesso in Parlamento per l’espressione dei pareri.

Confindustria ha elaborato un position paper, condiviso con il Ministero della Giustizia e le Commissioni parlamentari competenti, segnalando alcune criticità del testo.

In sintesi, il documento evidenzia la necessità che il recepimento della Direttiva garantisca un bilanciamento tra la protezione del whistleblower e la salvaguardia delle imprese nei confronti di utilizzi distorti (o abusivi) dello strumento delle segnalazioni (soprattutto esterne e pubbliche), con i conseguenti - e potenzialmente molto rilevanti - danni reputazionali ed economici. Più in particolare, si evidenziano le preoccupazioni per la vaghezza di alcuni presupposti alla base delle segnalazioni, nonché l’eccessiva estensione dell’ambito applicativo e l’assenza di una tutela specifica per le persone coinvolte dalla segnalazione.


Nota di aggiornamento DL "Milleproroghe"

12 gennaio 2023

Affari Legislativi

Affari Legislativi

Il 29 dicembre scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il cosiddetto Decreto Milleproroghe (DL n. 198/2022), il cui iter di conversione parlamentare è attualmente in corso al Senato.

Il decreto reca proroghe e rinvii dei termini di entrata in vigore di varie disposizioni. Tra i capitoli trattati si segnalano le norme in materia contabile (sospensione degli ammortamenti e rinvio della copertura delle perdite civilistiche), la proroga delle misure a supporto delle imprese esportatrici danneggiate dalla guerra in Ucraina, il rinvio dell’entrata in vigore delle linee guida in materia di trasporti eccezionali e l’estensione, con annessi chiarimenti, della norma (introdotta dal DL Aiuti-bis) che sospende l’efficacia delle clausole contrattuali relative a modifiche unilaterali dei prezzi nei contratti di fornitura di energia e gas.

La nota di aggiornamento approfondisce i contenuti del decreto.


Manovra economica 2023 - Nota di aggiornamento

24 dicembre 2022

Affari Legislativi

Affari Legislativi

La nota contiene un primo commento alle misure recate dal DDL di Bilancio, approvata in prima lettura e ora attesa all’esame del Senato, dove non sono attesi ulteriori correttivi.

L’esame parlamentare è stata l’occasione per approvare una serie di modifiche che, in linea con le richieste di Confindustria, hanno in parte colmato la debolezza del provvedimento sul versante degli investimenti privati, a partire dalle misure per il Mezzogiorno, la Legge Sabatini, Industria 4.0, il Fondo di Garanzia per le PMI.

L’impianto del disegno di legge, invece, non ha subito modifiche di rilievo con riguardo alle scelte in materia di lavoro.

In allegato la nota integrale con tutti i dettagli.

Codice Crisi e Recepimento Direttiva Insolvency

23 dicembre 2022

Affari Legislativi

Affari Legislativi

Dopo numerosi rinvii, lo scorso 15 luglio è entrato pienamente in vigore il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (Decreto Legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, d’ora in avanti il Codice), come modificato dapprima dal Decreto correttivo (Decreto Legislativo 26 ottobre 2020, n. 147) e, successivamente, dal Decreto di recepimento della Direttiva Insolvency (Decreto Legislativo 17 giugno 2022, n. 83, di recepimento della Direttiva 2019/1023).

 

Il presente lavoro illustra le principali novità introdotte, soffermandosi sulla composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa, che ha sostituito le procedure di allerta e composizione assistita della crisi, e sugli strumenti di regolazione della crisi e dell’insolvenza, tra cui il nuovo piano attestato di risanamento soggetto a omologazione e il concordato preventivo con continuità aziendale.


DL Aiut-quater - Nota di aggiornamento

20 dicembre 2022

Affari Legislativi

Affari Legislativi

La nota di aggiornamento illustra i contenuti del DL Aiuti-quater (DL n. 176/2022) alla luce del primo passaggio dell’iter di conversione effettuato al Senato. Il provvedimento passerà ora all’esame della Camera dei Deputati, dove non si attendono ulteriori modifiche.

L’impianto del decreto non ha subito modifiche sostanziali, sono stati tuttavia rafforzati alcuni punti, tra questi, in linea con le proposte di Confindustria, si segnala:

  • l’introduzione di misure per agevolare l’impiego di combustibili diversi dal gas per alimentare gli impianti industriali;
  • la proroga dei termini per l’utilizzo dei crediti d’imposta per le spese sostenute per energia e gas.

Ulteriori approfondimenti nella nota allegata.

Crisi Ucraina-Russia - Nota di aggiornamento 9° Pacchetto di sanzioni ...

20 dicembre 2022

Affari Internazionali

Affari Internazionali

Il 16 dicembre, con tre Decisioni ed i corrispondenti tre Regolamenti, l’Ue ha adottato un ulteriore pacchetto di misure sanzionatorie che corrobora e rafforza i precedenti e starebbe già lavorando ad un ennesimo pacchetto (il 10°) per intensificare la pressione ed aumentare l’isolamento economico della Russia.

Le principali disposizioni riguardano:
  • Controlli e restrizioni all’export
  • Disinvestimenti e chiusura delle attività in Russia
  • Settore bancario
  • Informazione e Broadcasting
  • Servizi di consulenza
  • Settore energetico e minerario
  • Designazioni individuali
  • Altre disposizioni
Crisi Ucraina-Russia e sanzioni Ue - Report attività Help Desk ...

14 dicembre 2022

Affari Internazionali

Affari Internazionali

I nuovi pacchetti di restrizioni nei confronti di Russia (e Bielorussia), varati a partire dal mese di febbraio 2022, hanno assunto progressivamente una portata senza precedenti, imponendo alle imprese di adottare accurate procedure di due diligence e le necessarie precauzioni per la mitigazione del rischio. 

Sin dai primi giorni della crisi, per far fronte alla situazione di incertezza e indirizzare Associazioni e imprese sugli sviluppi del quadro sanzionatorio, Confindustria ha attivato un Help Desk, accessibile via web sull’home page del sito istituzionale, attraverso il quale sono repertoriati documenti di analisi, note di aggiornamento, indicazioni sulle fonti normative e altro materiale informativo ed è fornito un servizio di assistenza diretta al sistema, rispondendo ai quesiti trasmessi da Associazioni e imprese.

Ad un anno circa dalla sua attivazione, si trasmette in allegato un documento che fa stato del lavoro svolto, fornendo un’analisi dei fabbisogni informativi e interpretativi pervenuti dal sistema attraverso i quesiti posti e riepilogando indicazioni operative e strumenti utili ad Associazioni e imprese per orientarsi nell’attuale quadro delle sanzioni.


Crisi Ucraina-Russia - Ulteriori misure adottate dalla Ue nell’ambito dell’ottavo ...

11 ottobre 2022

Affari Internazionali

Affari Internazionali

Il 6 ottobre la Ue ha adottato un nuovo pacchetto di misure a seguito dell’intensificarsi dell’aggressione militare e delle ulteriori azioni illegali nei confronti dell’Ucraina, tra cui la minaccia dell’uso di armi di distruzione di massa, l’avvio di una mobilitazione parziale e l’organizzazione di referendum per l’annessione di parti dei territori occupati in territorio ucraino. Il pacchetto si compone di quattro Regolamenti (1903/2022; 1904/2022; 1905/2022; 1906/2022) e tre Decisioni (1907/2022; 1908/2022; 1909/2022) che integrano e modificano i provvedimenti di base: i Reg. (UE) 833/2014 (e s.m.i.), n. 269/2014 (e s.m.i.), n. 263/2022 e le Decisioni n. 145/2014, n. 266/2022 e n. 512/2014.


Nella nota in allegato una sintesi delle principali misure.



Nota di commento DL Aiuti-ter

29 settembre 2022

Affari Legislativi

Affari Legislativi

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 settembre il cd DL Aiuti-ter (DL n. 144/2022) contenente misure urgenti in tema di politica energetica nazionale, politiche sociali e PNRR.

Il nuovo provvedimento conta su una significativa dotazione finanziaria, pari a 14,3 mld di euro, frutto di un miglioramento del quadro di finanza pubblica in parte indotto dalla pressione inflazionistica, che si somma ai 16,6 mld già stanziati dal cd DL Aiuti-bis (DL n. 115/2022).

Alle misure in campo energetico sono destinati circa 11 miliardi.

Tra queste, si segnala la proroga e il rafforzamento dei crediti d’imposta energia per i mesi di ottobre e novembre 2022. Tali crediti saranno fruibili entro il 31 marzo 2023, così come quelli concessi per il terzo trimestre come avevamo richiesto. Rinnovato, inoltre, per il IV trimestre 2022, il credito d’imposta per l’acquisto dei carburanti per attività agricola e pesca.

Al fine di sostenere le imprese a fronte del caro bollette, il decreto reca anche alcuni interventi in tema di garanzie pubbliche, la cui potenziale utilità appare, tuttavia, molto condizionata.

Sul piano delle politiche sociali, viene introdotta una nuova misura di sostegno una tantum al potere d’acquisto di lavoratori e pensionati analoga a quella già varata dal primo DL aiuti.

Significativo il capitolo PNRR, composto da misure di carattere ordinamentale funzionali ad affrontare una serie di urgenze legate al raggiungimento degli obiettivi previsti dal Piano, soprattutto da qui alla fine dell’anno.

Completano il provvedimento diverse ulteriori misure, tra cui va evidenziata la proroga al 31 ottobre 2022 (dal 30 settembre 2022) del termine per l’accesso alla procedura di riversamento spontaneo del credito d’imposta ricerca e sviluppo erroneamente fruito, che molte imprese avevano sollecitato.

Nota di commento DL Aiuti-BIS

23 settembre 2022

Affari Legislativi

Affari Legislativi

A seguito della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 21 settembre della legge di conversione del cosiddetto DL Aiuti-bis (DL n. 115/2022), Confindustria ha elaborato una nota di aggiornamento che ne illustra i contenuti.

Il dibattito parlamentare non ha portato a modifiche rilevanti dell’impianto originario del Decreto, sono stati tuttavia operati diversi interventi emendativi, alcuni dei quali rispondenti a richieste di Confindustria, tra cui:

  • la sospensione fino al 31 dicembre 2022 dell’entrata in vigore delle linee guida in materia di trasporti eccezionali;
  • la proroga alla stessa data dell’obbligo di preventiva notifica delle esportazioni extra-UE di materiali ferrosi e materie prime critiche;
  • alcune modifiche volte ad agevolare la cessione dei crediti derivanti dal superbonus, la proroga del ricorso al lavoro agile con modalità semplificate, etc.

Il perdurare delle difficoltà generate dalla crisi energetica ha indotto il Governo ad elaborare un nuovo provvedimento emergenziale (cd DL Aiuti-ter) di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e rispetto al quale Confindustria fornirà un nuovo aggiornamento.

Dove siamo
Complementary Content
${loading}