Ripartenza del turismo post-pandemia?

Webinar

La pandemia ha avuto un impatto significativo sul settore del turismo italiano che ha dovuto confrontarsi non solo con le misure di contenimento del virus, che hanno imposto lunghe chiusure e limitazioni, ma anche con il venir meno di una quota importante di fatturato rappresentata dai turisti stranieri. Questi lunghi mesi hanno determinato un cambiamento nella richiesta turistica che richiede la capacità di ripensare non solo i servizi offerti, ma anche i luoghi e le strutture di accoglienza. Inoltre, le prospettive ancora incerte in termini di diffusione del virus nei prossimi mesi richiedono scelte urgenti e condivise tra operatori e politica in grado di favorire investimenti e una progettazione adeguata della prossima stagione turistica.

Di questo hanno discusso i relatori intervenuti al webinar: Alessandro Fontana (Direttore Centro Studi Confindustria), Daniela De Francesco (Ricercatrice della Direzione centrale per le statistiche economiche ISTAT), Valeria Minghetti (Responsabile per l'area ricerca del CISET - Centro Internazionale di Studi sull'Economia Turistica), Antonio Barreca (Direttore Generale Federturismo), Barbara Casillo (Direttore Generale Confindustria Alberghi), Valeria Ghezzi  (Presidente ANEF - Associazione Nazionale Esercenti Funiviari), Antonello De Medici (Delegato di Confindustria Turismo Veneto e Presidente di EBIT Veneto), Silvia Oliva (Ricercatrice senior Fondazione Nord Est).

Per approfondimenti sul tema rimandiamo al Capitolo 3 del Rapporto di previsione CSC “ Liberare il potenziale italiano. Riforme, imprese e lavoro per un rilancio sostenibile”.

In allegato le slide presentate durante l’evento, di seguito la registrazione.



Contatti

Nome Cognome
 +39 123.456.789
 ZZZ

CONTENUTI CORRELATI

16 ottobre 2021 Roma

Quale economia italiana all’uscita dalla crisi?
Centro Studi  

Il ritmo di risalita dell’economia italiana è elevato, migliore delle attese e di quanto registrato in altri grandi paesi europei, anche se permangono alcune nubi legate al possibile aumento dei contagi e a rincari e scarsità di materie prime e semilavorati, che rischiano di frenare il recupero. Quale strategia per uscire rafforzati dalla crisi? A quale velocità viaggerà l’Italia a partire dal 2022? Si tornerà alla dinamica vicina allo zero, a causa della fiacca produttività? Oppure, grazie al PNRR, l’Italia tornerà davvero a crescere a un ritmo sostenuto?

leggi
26 luglio 2021
Riparte robusta l’Italia, spinta dai consumi e dai servizi, ma ...
Prodotto: Congiuntura Flash

L’Italia è ripartita in modo robusto: i servizi sono in forte recupero, i consumi finalmente in rimbalzo, l’industria prosegue su un sentiero di crescita stabile; anche se si è indebolito il traino dell’export. La ripartenza si legge anche nei dati sul lavoro. Gli USA sono in assestamento su ritmi meno elevati e nell’Eurozona è tornata l’incertezza legata ai possibili effetti della variante delta del Covid. Inoltre, i prezzi alti e la scarsità delle materie prime possono costituire un vincolo alla ripresa.

leggi
21 giugno 2021
Il Regno Unito fuori dalla UE. Cosa cambia per gli ...
Prodotto: Webinar

Dal 1° gennaio il Regno Unito è fuori dall’Unione europea. L’Accordo commerciale e di cooperazione siglato in extremis ha un compito storico: ridefinire i rapporti tra l’Unione e un ex paese membro. Dai primi dati emerge un impatto rilevante soprattutto per l’economia inglese. Quali sono i principali problemi che hanno incontrato le imprese italiane da quando UK è diventato un paese terzo? Quali opportunità si possono intravedere?

leggi
Dove siamo
Complementary Content
${loading}