Avanti con il Patto della Fabbrica. Primo accordo su sicurezza

13 dicembre 2018 |

Primo accordo di attuazione per il Patto della Fabbrica: ieri Confindustria, Cgil, Cisl e Uil hanno firmato un documento su salute, sicurezza e rappresentanza sui luoghi di lavoro.

L’intesa getta le basi per una serie di iniziative comuni, finalizzate a garantire più elevati standard di sicurezza e più ampie tutele. Inoltre punta al miglioramento delle tutele assicurative dell’Inail garantendo, nel rispetto degli equilibri tra premi e prestazioni, migliori livelli di tutela a favore dei malati di origine professionale e degli infortunati. Le parti hanno anche deciso di promuovere un Fondo per la tutela dei lavoratori affetti da malattie causate dall’amianto. L’accordo definisce pure alcuni criteri per la rappresentanza dei lavoratori in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e su base territoriale.

Questa intesa rappresenta un ulteriore passo del percorso delineato col Patto della Fabbrica, che da gennaio vedrà le parti impegnate sui temi della riduzione del costo del lavoro, delle politiche fiscali, delle politiche attive per l’occupazione, della formazione, del capitale umano, del welfare, nonché sui temi legati alla partecipazione all’Europa con particolare attenzione alle politiche di coesione e di sviluppo.
Confindustria e sindacati, inoltre, hanno condiviso l’urgenza di arrivare a un’intesa ampia e condivisa sulla misurazione della rappresentanza, per dare certezza alla contrattazione collettiva e alla rappresentatività delle parti in causa.


Dove siamo
Complementary Content
${loading}