Quota 100 non è una misura per i giovani

18 gennaio 2019 | Formazione,Lavoro Welfare e Capitale Umano

Quota 100 non è una misura per i giovani: l’effetto sostituzione avrà impatto molto limitato sulla disoccupazione giovanile.

Le imprese non riescono a trovare le professionalità di cui hanno bisogno. Ciò che serve, quindi, è puntare sulla formazione professionalizzante e orientare bene le scelte scolastiche dei ragazzi.

Oggi l’intervista del direttore dell’Area Lavoro, Welfare e Capitale Umano di Confindustria Pierangelo Albini su Radio 24 per la trasmissione “24 Mattino”, dove ha parlato di lavoro, Quota 100 e politiche attive.

Ascolta l’intervista


Dove siamo
Complementary Content
${loading}