Stampa

Condividi

Giorgio Squinzi

Presidente dal 2012 al 2016

Giorgio Squinzi, milanese, nato il 18 maggio 1943, è coniugato e ha 2 figli. È laureato in Chimica Industriale all'Università degli Studi di Milano.

È cofondatore col padre, nel 1970, della Mapei S.n.c. (che amplia l'attività precedente della ditta Mapei fondata nel 1937 dal padre stesso) assumendo, in particolare, la responsabilità dell'area ricerca e sviluppo tecnologico.

Nel 1976 con la costituzione della Mapei S.p.A. ne diventa Direttore Generale.

Nel 1978 inizia il processo di internazionalizzazione dell'azienda, fondando la prima organizzazione estera in Canada.

Nel dicembre 1984 diviene Amministratore Unico della Mapei.

Attualmente il Gruppo industriale è composto da 70 aziende consociate, con 54 stabilimenti produttivi di cui 9 operanti in Italia e gli altri nel resto del mondo, in 31 paesi nei 5 continenti. Il fatturato totale del Gruppo nel 2011 è stato di 2,1 miliardi di euro. I dipendenti diretti sono 7500.

Uno dei risultati più significativi raggiunti nella sua carriera imprenditoriale è quello di non avere mai effettuato licenziamenti per riduzione di organici e di non aver mai chiesto trattamenti di cassa integrazione. E' autore di numerosi articoli tecnici, pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Parla correntemente inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Nel 1989 è stato eletto Presidente del Technical Committee 67 WG3 "Adesivi per piastrelle ceramiche" del CEN - Comitato Europeo di Normazione. E' rappresentante italiano nel Technical Committee 189 ISO.

Il 7 dicembre 1996 è stato premiato dal Sindaco di Milano con l'"Ambrogino d'oro" per il suo impegno come imprenditore e sportivo a favore della città di Milano. Il 6 aprile 1998 gli è stata conferita la massima onorificenza di Cavaliere di S. Gregorio Magno in Vaticano. Il 2 giugno 1998 è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Il 21 dicembre 1998 è stato nominato "Commandeur de l'Ordre de la Couronne" in Belgio.

Il 10 dicembre 2002 il Politecnico di Milano gli ha conferito la laurea ad honorem in Ingegneria Chimica.

Il 4 dicembre 2006 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il prestigioso Premio Leonardo Qualità Italia e il 5 giugno 2007 il Premio Barocco per la categoria "industriali".

Da giugno 2005 a giugno 2011 è stato nuovamente Presidente di Federchimica, Federazione Nazionale dell'Industria Chimica; di cui era già stato Presidente dal 1997 al 2003.

E' Vicepresidente del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" da luglio 2009 in rappresentanza del Comune di Milano.

Da ottobre 2010 a settembre 2012 è stato Presidente del CEFIC, l'Associazione dell'Industria Chimica Europea, cui aderiscono 29.000 aziende che rappresentano un quarto della produzione chimica mondiale. E' stato il primo imprenditore ad essere eletto alla guida del Cefic, precedentemente presieduto da manager.

Da giugno 2011 a maggio 2012 è stato Consigliere Superiore della Banca d'Italia.

Componente del Consiglio Direttivo e della Giunta di Confindustria, è stato Vicepresidente con delega per l'innovazione e lo sviluppo tecnologico da luglio 2003 a maggio 2004; da maggio 2010 è Presidente del Comitato Tecnico con Delega all'Europa.

Dal 24 maggio 2012 è Presidente di Confindustria.

Dove siamo
Complementary Content
${loading}