start portlet menu bar

Investitori Esteri - Novartis | Confindustria

Display portlet menu
end portlet menu bar

Investitori Esteri - Novartis

25 novembre 2019 |

Quali sono le multinazionali in Italia e che ruolo svolgono nel nostro paese?

La rubrica “Investitori Esteri” nasce per raccontare la storia delle 28 multinazionali che fanno parte dell’Advisory Board Investitori Esteri di Confindustria che rappresen­tano, nel loro insieme, 41,8 miliardi di euro di fatturato, circa 83mila dipendenti e 9,9 miliardi di euro di valore aggiunto.

Conoscere queste storie aiuta a chiarire che queste non sono altro che imprese italiane a capitale estero, che impiegano manodopera italiana e fanno crescere i nostri territori. In alcuni casi hanno valorizzato nel tempo marchi storici del Made in Italy, facendogli trovare la via dei mercati del mondo grazie alla forza e alla capacità di innovazione garantite dall’essere parte di grandi gruppi globali. Ma ci raccontano pur sempre la nostra storia, una storia italiana.


Novartis, un secolo di storia nell’innovazione farmaceutica

Nata dalla fusione di Ciba e Sandoz, in Italia Novartis ha di fatto oltre un secolo di storia ed è oggi una delle aziende più importanti del settore farmaceutico.

A Novartis si devono alcune tra le più importanti innovazioni medico scientifiche degli ultimi anni, dal primo farmaco in grado di colpire esclusivamente le cellule tumorali, al primo trattamento orale per la sclerosi multipla. Il ruolo che svolge Novartis nell’innovazione farmaceutica è sottolineato dai numerosi Prix Galien, i “nobel dei farmaci”, ottenuti fin qui: nel 2019, è stata la prima azienda a vedersi riconosciuti ben tre di questi premi in un’unica edizione.


Qual è il valore strategico di Novartis per l’Italia?

A questi risultati, Novartis arriva grazie a un impegno costante nella R&S. In Italia, in particolare, è tra le aziende più attive nella ricerca clinica, con decine di migliaia di pazienti coinvolti, in oltre un migliaio di centri, in trial relativi a i farmaci più innovativi, e con investimenti che, nel triennio in corso, superano i 200 milioni di euro.

In Italia, Novartis è anche una solida realtà industriale, con l’insediamento di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, che è uno dei maggiori poli produttivi del Gruppo internazionale.

L’Italia è pienamente partecipe della strategia globale di Novartis, volta a un potenziamento della presenza nelle piattaforme terapeutiche d’avanguardia, come la terapia genica e quella cellulare, grazie alle quali sono già state sviluppate soluzioni rivoluzionarie per malattie rare. Va in questa direzione anche la recente acquisizione di AAA, azienda attiva nella radiofarmaceutica, che in Italia dispone di diversi centri di ricerca e produzione.

L’impegno sulle frontiere più avanzate della ricerca è coerente con l’ambizione che Novartis dichiara di voler perseguire, quella di “re-immaginare la medicina” per affrontare con efficacia le esigenze, in profondo cambiamento, della salute.

Fondamentale, in quest’ottica, è l’integrazione tra ricerca scientifica e tecnologie digitali, potenzialmente in grado di cambiare in profondità il modo di affrontare le malattie e la loro gestione.


Dove siamo
Complementary Content
${loading}