start portlet menu bar

Programmi europei a gestione diretta 2014-2020

Display portlet menu
end portlet menu bar

Programmi europei a gestione diretta 2021-2027

I programmi europei a gestione diretta sono uno degli strumenti che l’Unione europea utilizza per sostenere finanziariamente lo sviluppo di progetti che contribuiscono a realizzare gli obiettivi della Commissione per la programmazione 2021-2027:

  • Un Green Deal europeo
  • Un'Europa pronta per l'era digitale
  • Un'economia al servizio delle persone
  • Un'Europa più forte nel mondo
  • Promuovere il nostro stile di vita europeo
  • Un nuovo slancio per la democrazia europea

I programmi che rientrano in questa categoria sono suddivisi per aree tematiche e prevedono specifiche call for proposal (bandi) emanate e gestite direttamente dalla Commissione europea e dalle sue Agenzie esecutive.

La Commissione europea è responsabile della pubblicazione delle linee programmatiche e dei bandi, della selezione dei progetti e del loro monitoraggio, erogando i fondi ai beneficiari senza ulteriori passaggi intermedi.

L’obiettivo dei programmi europei a gestione diretta è quello di contribuire a raggiungere gli obiettivi politici dell’Unione europea in vari settori, attraverso l’implementazione di progetti sviluppati in prevalenza da consorzi formati da soggetti appartenenti a più Paesi dell’Unione (e anche a Paesi terzi).

Vista la natura transnazionale dei programmi, questa tipologia di finanziamenti è poco adatta a proposte progettuali che hanno un impatto prevalentemente locali, per le quali sono più indicati i Fondi Strutturali.
Ciascun programma può prevedere regole di candidatura distinte e anche le modalità di gestione e rendicontazione delle attività realizzate e delle relative spese possono essere diverse.

In questa sezione troverete:

  • un elenco dei programmi europei a gestione diretta di maggior interesse per il sistema industriale italiano nella programmazione 2021-2027;
  • schede di approfondimento contenenti un’analisi degli obiettivi principali di ciascun programma;
  • i link della Commissione europea per accedere ai siti di riferimento e ai documenti ufficiali relativi a ciascun programma.

Cliccando su “Vai ai bandi” troverete una sezione contenente le schede di approfondimento relative ai singoli bandi che verranno pubblicati nel corso dei 7 anni di programmazione.

European Innovation Council: pubblicato il programma di lavoro 2021

La Commissione europea ha pubblicato la Guide for applicants aggiornata dell’EIC Accelerator. La prima scadenza per la presentazione della Full Proposal è stata posticipata al 16 giugno 2021 ed è stata inserita una lista di domande indicative per la compilazione della proposta.

In allegato potete trovare la Guide for applicants della Commissione e la nostra Scheda di approfondimento aggiornata.

*

La Commissione europea ha pubblicato il primo programma di lavoro ufficiale dello European Innovation Council (EIC). L'EIC mira a identificare e supportare tecnologie e innovazioni breakthrough che hanno il potenziale di creare lo sviluppo di prodotti o servizi in grado di espandersi a livello internazionale e diventare leader di mercato.

La Delegazione di Confindustria Bruxelles ha predisposto una scheda di approfondimento, che trovate nei documenti allegati,  che mette in risalto i punti salienti e le novità del’EIC. 

L’EIC supporta tutte le fasi dell'innovazione, dalla ricerca e sviluppo su basi scientifiche di tecnologie innovative alla convalida e dimostrazione di tecnologie e innovazioni rivoluzionarie che mirano a soddisfare le esigenze del mondo reale. Il supporto si estende anche allo sviluppo e allo scaling up di start-up e piccole e medie imprese.

Il sostegno finanziario è fornito attraverso tre strumenti principali:

  • Pathfinder: per la ricerca avanzata sulle tecnologie innovative;
  • Transition: per trasformare i risultati della ricerca in opportunità di innovazione;
  • Accelerator: per singole aziende che vogliono sviluppare e ampliare innovazioni rivoluzionarie ad alto rischio e ad alto impatto. Prevede un finanziamento misto, con una componente di sovvenzione (grant) e una di investimento (equity).

Il Programma di lavoro EIC stabilisce un equilibrio tra opportunità di finanziamento libere, senza tematiche prioritarie predefinite (Open Funding) e finanziamenti focalizzati su specifiche sfide (Challenge Driven Funding).

I tre strumenti seguono procedure di valutazione diverse. Segnaliamo in particolar modo l’EIC Accelerator che prevede una valutazione in più fasi con l’invio di una short application e, solo in caso di valutazione positiva, l’invio di una full application. Come ultimo step di valutazione dell’EIC Accelerator le aziende verranno invitate a un colloquio face to face.

Tutti i progetti e le aziende sostenuti da EIC potranno usufruire di una gamma di servizi di business acceleration (BAS: Business Acceleration Services) che forniscono accesso a competenze e connessioni con società, investitori e attori leader dell'ecosistema.

Di seguito riportiamo le call e le date di scadenze. Per informazioni puntuali si prega di far riferimento al Work Programme EIC.

 

Data di scadenza

EIC Pathfinder Open

19 maggio 2021

EIC Pathfinder Challenges

27 ottobre 2021

EIC Transition Open

22 settembre 2021

EIC Transition Challenges

22 settembre 2021

EIC Accelerator Open

Short application in qualsiasi momento

Full application: 9 giugno e 6 ottobre 2021

EIC Accelerator Challenges

Short application in qualsiasi momento

Full application: 9 giugno e 6 ottobre 2021

 

 


VAI AL PROGRAMMA

Horizon Europe

Horizon Europe è il nuovo programma dell'Unione europea per la ricerca e l’innovazione. A partire dal 2021 e fino al 2027, Horizon Europe supporterà progetti volti a raggiungere gli obiettivi individuati dagli orientamenti politici della Commissione per la programmazione 2021-2027: 
 
  1. Un Green Deal europeo 
  2. Un'Europa pronta per l'era digitale 
  3. Un'economia al servizio delle persone 
  4. Un'Europa più forte nel mondo 
  5. Promuovere il nostro stile di vita europeo 
  6. Un nuovo slancio per la democrazia europea 
 
Il programma mira a produrre un impatto scientifico, tecnologico, economico e sociale facendo leva sugli investimenti dell'Unione in R&I, rafforzando al contempo le basi scientifiche e tecnologiche dell'Unione e promuovendo la competitività in tutti gli Stati membri.

Horizon Europe è pensato come uno strumento di investimento con l’obiettivo di supportare l'UE nel processo di transizione verso un futuro sostenibile e prospero. Viene quindi superato il concetto di “finanziamento” che aveva caratterizzato il suo predecessore, Horizon 2020.  
 
La struttura di Horizon Europe mantiene i tre pilastri, ma il secondo e il terzo subiscono dei cambiamenti importanti.  
 
 
La governance innovativa di Horizon Europe: la pianificazione strategica 

La pianificazione strategica è un nuovo modo per definire le priorità dettagliate di ricerca e innovazione di Horizon Europe, creato in collaborazione con altri servizi della Commissione, Stati membri, parti interessate e società civile.Il processo di pianificazione strategica si applica a Horizon Europe nel suo complesso. Verranno identificate le aree per il finanziamento delle priorità, dei partenariati e delle missioni e saranno allineati agli orientamenti politici della Commissione europea.

La prima pianificazione strategica copre i primi quattro anni del programma. Sarà una strategia pluriennale con la flessibilità necessaria per rispondere rapidamente a crisi inaspettate o richieste politiche motivate. 

Budget

Il programma Horizon Europe avrà un budget complessivo di 95,5 miliardi di euro, di cui 5,4 provenienti dal Next Generation EU. Questo ammontare è maggiore del 30% di quello stanziato per il programma Horizon 2020, sottolineando lo sforzo dell’Unione nello sviluppo della ricerca e dell’innovazione.  

 

 


VAI AL PROGRAMMA

Horizon Europe Pillar 3: European Innovation Council

Il pilastro “Innovative Europe” mira a rendere l'Europa all'avanguardia nell'innovazione capace di creare nuovi mercati e nella crescita delle PMI. Il nuovo strumento dell’Ue per raggiungere questo scopo è il Consiglio europeo per l'innovazione (EIC – European Innovation Council) che mira a sviluppare il panorama globale dell'innovazione europea.  Il supporto offerto dell’EIC si articolo su tutta la scala dell’innovazione, dalla ricerca in fase iniziale allo scale-up dell’impresa. Il finanziamento e il supporto sono organizzati in tre principali schemi di finanziamento:
  • EIC Pathfinder: per la ricerca avanzata sulle tecnologie innovative;
  • EIC Transition: volto a convalidare tecnologie già sviluppate e trasformare i risultati della ricerca in piani aziendali e opportunità di innovazione;
  • EIC Accelerator: si rivolge alle singole aziende (PMI, start-up, spin-out e in casi eccezionali small mid cap) che vogliono sviluppare soluzioni innovative ad alto rischio e ad alto impatto e commercializzare la loro soluzione.
Anche l'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) rientra nel terzo pilastro. L’EIT continuerà a sviluppare attività per promuovere l'integrazione di imprese, ricerca, istruzione superiore e imprenditorialità.

Il Pillar 3 disponde di un budget di 13.599 miliardi di euro, circa il 14% del totale di Horizon Europe

VAI AL PROGRAMMA

Horizon Europe Pillar 2: Global Challenges and European Industrial Competitiveness

Il pilastro “Sfide globali e competitività industriale europea” è organizzato attraverso cluster tematici in cui troveranno spazio progetti che mirano rafforzare le capacità tecnologiche e industriali.  Ciascun cluster adotterà il proprio programma di lavoro con topic suddivisi in “destination”. I driver trasversali di ciascun cluster sono indubbiamente la transizione verde e il digitale. I sei cluster sono: 
  1. Salute
  2. Cultura, creatività e società inclusive
  3. Sicurezza civile per la società
  4. Digitale, industria e spazio
  5. Clima, energia e mobilità
  6. Prodotti alimentari, bioeconomia, risorse naturali, agricoltura e ambiente
Le Mission
Una novità del Programma Horizon Europe sono le “Mission”, azioni che finanziano progetti specifici sulla base della logica “results oriented”. Nel Pillar 2 sono presenti cinque Mission, con obiettivi ambiziosi, che mirano a sviluppare soluzioni per alcune delle sfide più importanti a livello europeo e mondiale dei nostri tempi:
 
Le Partnership
Le partnership, collegate per tematiche ai cluster, nella programmazione 2021-2027 rimangono fondamentali e sono protagoniste di un’operazione di razionalizzazione. Da più di 100 si passa a 49, con una classificazione che suddivide le partnership in 3 categorie:
  • Co-programmed European Partnerships;
  • Co-funded European Partnerships using a programme co-fund action;
  • Institutionalised European Partnerships.

Il Pillar 2 dispone di un budget di 53.517 miliardi di euro, circa il 56% del budget totale. 

 

VAI AL PROGRAMMA

Horizon Europe Pillar 1: Excellent Science

Il pilastro Excellent Science sostiene i progetti di ricerca di frontiera sviluppati e guidati dai ricercatori attraverso il Consiglio europeo della ricerca (EuropeanResearchCouncil - ERC). All’interno del Pillar 1 vengono finanziate borse di studio e la mobilità di ricercatori attraverso le azioni Marie Skłodowska-Curie. Sono inclusi in questo pilastro anche gli investimenti in infrastrutture di ricerca di livello mondiale.

Il pillar 1 dispone di un budget pari a 53.013 miliardi di euro, circa il 26% del budget totale di Horizon Europe.
 


VAI AL PROGRAMMA
start portlet menu bar

Programmi europei a gestione diretta 2014-2020

Display portlet menu
end portlet menu bar
Dove siamo
Complementary Content
${loading}