WCM_NewsDetail

News

19 | ott | 18 | Confindustria
  • print

Dettaglio documenti Confindustria

MANOVRA: SENZA INDUSTRIA 4.0 UNO STOP ALLO SFORZO DI RINNOVAMENTO DEL PAESE

“Il cambiamento delle aliquote di Industria 4.0? È solo uno dei problemi. Quello che più preoccupa è la totale mancanza di una visione, di una strategia per lo sviluppo”.

 

Sul Sole 24 Ore parla Giulio Pedrollo, vice presidente per la Politica industriale di Confindustria. “Industria 4.0 - dice - non è solo incentivi, ma una visione di politica industriale che accanto ai bonus prevedeva azioni sulla formazione, la creazione di un ecosistema innovativo articolato attorno a digital innovation hub e competence center, superammortamento e Sabatini-bis, potenziata per interventi 4.0. Insomma, un piano organico, per un paese smart e connesso di cui ora si è perso completamente il senso”.

 

A preoccupare, inoltre, è la deriva complessiva del sistema: “Al di là di tutte le divisioni politiche – aggiunge – pensavo che su questi temi si potesse trovare una unità di intenti, soprattutto guardando a quanto accaduto nelle fabbriche”.

 

A prevalere, in questo momento, è il pessimismo sulla manovra. “Spero di sbagliarmi – conclude Pedrollo – ma finora c’era un progetto che funzionava mentre adesso vedo un salto nel buio e sono molto preoccupato. Se queste anticipazioni fossero confermate si tratterebbe di uno stop allo sforzo di rinnovamento del paese: un grave errore di questo Governo. L’ennesimo, purtroppo”.

 

ALLEGATI download
WCM_InfoRiferimento
theme-toolbar utb-shelf