WCM_simple_content

Responsabilità sociale d'impresa

Dettaglio area tematica

Confindustria considera la responsabilità sociale d’impresa (RSI) una tematica strategica all’interno delle politiche industriali e della governance dell’impresa. Assumere comportamenti responsabili nei riguardi della società e della comunità circostante rappresenta, infatti, per le imprese, al di là della loro dimensione, uno strumento necessario per incidere sulla competitività e creare una “nuova”  modalità di fare impresa.


La RSI, assieme a Ricerca e Innovazione, Infrastrutture, Ambiente e Industria, è stata inserita nella delega per la politica industriale, affidata al vicepresidente Giulio Pedrollo. È la prima volta che in Confindustria viene riconosciuto alla RSI un ruolo autonomo e strategico, quale elemento di sviluppo. Per questo è stato anche costituito un Gruppo Tecnico, guidato dalla presidente Rossana Revello, con il compito di divulgare la RSI attraverso una serie di attività e iniziative mirate.


Confindustria ha inoltre aderito ad Asvis-Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, il cui scopo è coinvolgere tutte le componenti della società negli obiettivi dell’Agenda 2030 sottoscritta dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu. L’Agenda ingloba 17 goal in un grande programma d’azione per un totale di 169 traguardi. Di questi 17 obiettivi, il Gruppo Tecnico ne ha identificati 3 (occupazione e crescita; innovazione e infrastrutture; riduzione delle disuguaglianze) sui quali lavorerà insieme ad Asvis.

 

Priorità

 

Posizionare la RSI in qualità di tema fondamentale per la competitività, promuovendo così un modello che rappresenti il passaggio a un’economia più inclusiva, nell’ottica di creare valore condiviso.


Entrare nel dibattito pubblico per testimoniare e rafforzare il valore della RSI, stimolando le istituzioni a emanare provvedimenti concreti per incentivare le buone pratiche in una logica di premialità nelle gare, di incentivi fiscali, di contributi per dotarsi di strumenti di rendicontazione valutabili nell’ambito dei rating e delle certificazioni.


Mappare la situazione esistente, per poter intervenire dove necessario, con gli strumenti più adeguati per le aziende di minore dimensione.

 

Aprire tavoli di discussione e di condivisione finalizzati alla trasmissione di modelli e di strumenti per far sì che l’adozione di comportamenti socialmente responsabili caratterizzi un numero sempre maggiore di aziende.


Incentivare e consolidare l’informazione e la formazione sul tema (come si è già cominciato a fare nel 2014 con il Road Show sulla sostenibilità), portando nelle associazioni territoriali e di categoria di Confindustria, informazioni e modelli replicabili e adattabili.

 

WCM_Documents&Events

Dettaglio documenti

Documenti

20 | nov | 17 | Responsabilita sociale di impresa

LA SFIDA DELLA SOSTENIBILITA'

20 | nov | 17 | Responsabilita sociale di impresa

RESPONSABILITA' SOCIALE D'IMPRESA: OBIETTIVO STRATEGICO

EVENTI

Eventi

22 | mag | 17

Sostenibilità e responsabilità sociale: una sfida per l’industria italiana

theme-toolbar utb-shelf