WCM_simple_content

Documenti

04 | mag | 18 | Politiche di Coesione
  • print

Dettaglio documenti Confindustria

Rapporto Pmi Centro-Nord 2018: sistema d’impresa più solido e strutturato, ma a velocità differenziate

E’ stato presentato questa mattina a Bologna il terzo Rapporto PMI Centro-Nord 2018, curato da Confindustria e Cerved. Presenti i vicepresidenti Stefan Pan e Carlo Robiglio, e il presidente di Confindustria Emilia-Romagna Pietro Ferrari.

 

Il Rapporto fa il punto sulle caratteristiche e sull’andamento delle PMI di capitali, ovvero quelle tra 10 e 250 addetti, che costituiscono un campione di circa 118 mila imprese, rappresentativo della parte più industrializzata del Paese, che vanta un fatturato di 740 miliardi di euro.

 

Lo studio conferma il lento ma progressivo miglioramento del clima economico nell’area geografica presa in esame, oltre al ripopolamento del tessuto delle PMI del Centro-Nord.

 

Le nascite toccano infatti nuovi record, ma le nuove nate restano piccole. Nel loro complesso, comunque, le PMI migliorano i conti economici, aumentando i margini e riducendo il peso dell’indebitamento: la maggiore solidità finanziaria rende possibile e sostenibile la ripresa degli investimenti.

 

Questo potenziale vale fino a 94 miliardi di euro e in particolare, per le PMI ad alta automazione, c’è un potenziale nell’ambito di Industria 4.0 di quasi 30 miliardi. 
  

 

Per approfondire, scarica il comunicato stampa, il Rapporto e le slide presentate nel corso dell'evento.

ALLEGATI download
WCM_InfoRiferimento
theme-toolbar utb-shelf