Sei in: Home

inviastampa

Speciale "Check up Mezzogiorno"

Roma, 11 Maggio 2011
Mezzogiorno
Il Direttore Giuseppe Rosa


In occasione delle Assise Generali di Bergamo, l'Area Mezzogiorno di Confindustria ha pubblicato lo "Speciale Check up Mezzogiorno", in collaborazione con l'Ufficio Studi di Intesa Sanpaolo, il CSC e SRM-Studi e Ricerche per il Mezzogiorno.

 

L’Area Mezzogiorno di Confindustria, in occasione delle Assise Generali di Bergamo, ha pubblicato un numero speciale del "Check up Mezzogiorno" (vedasi news del 5 maggio 2011). Oltre all'aggiornamento dei principali indicatori macro economici territoriali, raccolti con la collaborazione di SRM – Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, viene proposta un’analisi delle performance dell’industria meridionale,  svolta da Intesa Sanpaolo sui dati di  bilancio di 6.500 imprese e dal Centro Studi Confindustria su alcuni focus group cui hanno partecipato alcune imprese del Sud. 
I gap macroeconomici riguardano i più diversi ambiti dell’economia e della società meridionale e si riflettono in un valore del PIL pro capite inferiore nel Mezzogiorno di circa il 41% rispetto a quello del Centro Nord.
A livello micro, l’analisi dei bilanci aziendali conferma che anche nel Sud l’apparato industriale è stato duramente colpito dalla crisi, subendo un peggioramento delle condizioni reddituali ed un significativo calo del fatturato. Nel 2009 questo si è ridotto di quasi il 12% rispetto all’anno precedente, mentre è cresciuta sensibilmente (dall’11,7% del 2007 al 20,9% del 2009) la quota di imprese che hanno visto compromesso il proprio equilibrio economico finanziario. In particolare, rimane elevato il gap in termini di efficienza della gestione industriale (misurata dal tasso di rotazione del capitale investito) sulla quale hanno agito fattori interni (legati cioè alle scelte produttive e gestionali) ed esterni all’impresa (riconducibili alle cosiddette “condizioni al contorno”). Tuttavia, in positivo, si può osservare come anche nel difficile 2009 un nucleo consistente di imprese sia cresciuto  a ritmi sostenuti, registrando allo stesso tempo buoni livelli di redditività. In definitiva, come confermano i risultati dei focus group  emerge piuttosto nettamente il profilo di un’industria meridionale che nella sua parte più dinamica sa affrontare con successo le sfide sollecitate dai cambiamenti dello scenario economico, non differenziandosi, in questo, dai comportamenti delle imprese “eccellenti” del Centro Nord.

Allegati

Speciale Check up Mezzogiorno [3749 Kbytes - <13 min.@56Kb/s]

 

Per informazioni rivolgersi a:
MEZZ - Mezzogiorno  |  Riferimento: Sabatini Massimo
Telefono: 065903643  |  E-mail: m.sabatini@confindustria.it
MEZZ - Mezzogiorno  |  Riferimento: Rosa Giuseppe
Telefono: 065903618  |  E-mail: g.rosa@confindustria.it